Una selezione di vini di più di 200 etichette del territorio regionale, nazionale ed internazionale, selezionata accuratamente dallo Chef Domenico Cilenti per aggiungere una dimensione extra per ciascuna delle portate. 

Il borgo di Peschici, dove è ubicato il ristorante "Porta di Basso", fu fondato nell'XI secolo da un manipolo di soldati slavi inviati da Ottone I per far fronte alla minaccia dei saraceni. Il Castello di Peschici fu costruito dai bizantini intorno all'anno 970 per proteggere la costa garganica e ricostruito poi da Federico II. Divenne in epoca spagnola un importante baluardo contro le incursioni turche.

E’ oggi visitabile grazie ad una vasta opera di restauro interno.

Il tessuto urbano intorno le mura bizantine presenta una morfologia intricatissima, fatta di vicoli, piazzette, corti, scalinate, stretti passaggi, archi e soprattutto case bianche, tipiche dell'architettura mediterranea.

 

 

 

In questo scenario, grandi finestroni a strapiombo, offrono la vista sconfinata del mare con i suoi colori, gli alberi cespugliosi di fichi spontanei che si inerpicano lungo la parete ripida che, ad ottobre, offre pace ai nidi di gabbiani. 

 

LA LOCATION

Il Ristorante Porta ospita una mostra permanente di quadri del pittore Leon Marino ed una scultura del pittore e scultore neoprimitivo Michele Circiello. Le opere di Marino, così suggestive e singolari, accendono la curiosità archeologica originaria del promontorio garganico mentre tra i frammenti di terra e schegge dello scultore Michele Circiello riconosciamo una specie di aurorale trasfigurazione del motivo rupestre.

LE ORIGINI

Il primo esperimento culinario nasce nel '82. La signora Pina è titolare e cuoca del ristorante di famiglia. Il suo stile asciutto e concreto, la scelta degli ingredienti del territorio, il pane e la pasta fatti in casa e l'utilizzo tradizionale degli ingriedenti formarono il futuro di Domenico che fino all'88, non ancora ventenne, aiuta e gestisce con la mamma. I piatti affondavano nella tradizione onesta e accurata della cucina casalinga della famiglia Cilenti, fatta della genuinità dei prodotti e da quella conoscenza tramandata su base familiare che ha permesso nel tempo lo stratificarsi delle singole diverse tradizioni culinarie delle famigie peschiciane. Questa biodiversità interna formerà Domenico e lo accompagnerà nella scelta dell'apertura del ristorante "Porta di Basso". 

"Porta di Basso" prende il nome dalla porta d'accesso del centro storico adiacente al castello Normanno di Peschici. Prima Saracena, poi Slava, poi distrutta e conquistata dai Normanni, poi Sveva e Angioina ed infine Aragonese, la location del ristorante Porta di Basso è al centro della storia mediterranea dell'Italia. Composto da tre ambienti, con 8 tavoli e 13 nella stagione estiva, si affaccia maestosa su una ripida visuale a strapiombo, dell'altezza di 90 metri sul livello del mare. 

A solo un anno dall'apertura, il ristorante "Porta di Basso" entra nelle prestigiose guida Michelin, Touring Club, Identita Golose, Lonely Planet ed altre prestigiose guide nazionali ed internazionali.

La cucina di Domenico Cilenti è una commistione di intuizioni, sfumature cromatiche, tecnica ed improvvisazione nelle quali, il rapporto con il territorio e le sue stagioni, diviene orizzonte concettuale entro cui creare i suoi piatti.

RISTORANTE

 

PORTA DI BASSO DI DOMENICO CILENTI

via Colombo 38/centro storico di Peschici/Gargano/ITALY

photo & website by Domenico d'Alessandro